“Vedo, sento e…?” ad Asti

Asti- Vedo, Sento e…? è stato nuovamente presentato ad Asti nell’ambito della Scuola di alta formazione 2012, organizzato dal “Centro Studi Alfieriani“. La prof.ssa Carla Forno ha dato questa opportunità a Tomomi Ōnishi, borsista del seminario e nostra socia, e TomoAmci la ringrazia. Tomomi ha saputo arricchire   Vedo, Sento e…? rispetto alla prima edizione di Leinì, aggiungendo altri testi in lettura. In questo modo si è meglio evidenziata la problematica attuale del Giappone. Si è aggiunto anche qualche episodio nell’ambito delle reazioni: le borse realizzate dalle donne del Tōhoku, la canzone Hana wa Saku, composta per la ricostruzione della terra martoriata dalla catastrofe dell’11 marzo 2011 e tradotta dalla Scuola di Italiano Osaka Nichii Gakuìn. La canzone è stata  cantata da Chie Wada, che l’ha dedicata alla popolazione del Tōhoku e anche quella dell’Emilia e dell’Abruzzo. La parte  “e….!” è conclusa con “I pensieri dei bambini italiani“. ▼La proposta di TomoAmici come “e…?”: ⇒Pagina Fukushima di questo sito. (Primi tre articoli) 
             ☆Volantino per Asti                                  この記事の
日本語ページはこちら⇒