Yamato – O incontra il maestro Hiroshi Tada IX dan di Aikidō

La Spezie – 14/07/2016        この記事の日本語ページはこちらから ⇒

Il gruppo musicale Yamato – O era nato nell’ambito dei praticanti di arte marziale giapponese “aikidō” e dopo poco più di un anno di attività, Yamato-O ha avuto l’onore di eseguire il proprio repertorio davanti al grande maestro di aikidō Hiroshi Tada di IX dan. La disciplina dell’aikidō fu sviluppata da Morihei Ueshiba a cominciare dagli anni trenta del ’900 e  l’attuale Aikikai Foudation di cui il presidente chiamato Dōshu, è il nipote del fondatore Moriteru Ueshiba. M° Tada è uno dei diretti allievi del fondatore e fu mandato in Italia  dall’Hombu Dōjō dell’Aikikai di Tokyo nel 1964 con la missione ufficiale di diffondere l’aikidō. Attualmente il maestro vive a Tokyo ed è l’istruttore ufficiale dell’Hombu Dōjō e ai vertici della gerarchia didattica dell’Aikikai. In effetti IX dan del  maestro Tada è il più alto grado di livello tra gli aikidōka viventi e l’unico possessore di questo dan nel mondo. Dopo rientro in Giappone, il maestro Tada ha il ruolo di supervisore tecnico, svolgendo ogni anno degli stages di aggiornamento in Italia ed Europa.     *cliccando sulla foto, si ingrandisce la foto.
                   Ecco uno di questi stages è stato tenuto  anche questo anno  alla Spezia nel mese di luglio. Purtroppo i componenti di Yamato – O non hanno potuto partecipare allo stage per motivi di lavoro di altri impegni, ma il maestro Zucco aveva proposto di venire alla Spezia ai suoi allievi per fare la conoscenza del maestro Tada. In effetti dall’autunno scorso i componenti di Yamato – O frequentano il dōjō  Kishintai del maesto Domenico Zucco di VII dan, colui che in Italia è nei vertici della gerarchia didattica dell’Aikikai d’Italia.  *cliccando sulla foto, si ingrandisce la foto.
                    Dopo la cena offerto dal maestro Tada a tutti partecipanti del corso,
Yamato – O ha eseguito esclusivamente le canzoni giapponesi. Quella sera era assente una componente importante come la flautista ma è stata riempita la mancanza di Monica con la partecipazione simpatica del maestro Zucco come sassofonista.
                    Subito si è creata una atomosfera molto amichevole e gioiosa non solo con il maestro Tada anche gli altri partecipanti allo stage, gli studenti che venuti dal Giappone, i partecipanti italiani ed i maestri italiani che la settimana dopo avrebbero avuto il riconoscimento dell’ avanzamento di dan. E’ stata veramente una serata meravigliosa!!