Settimana della memoria

Casalborgone (TO)  dal 22/01 al 30/01/2017  日本語での記事はこちらから⇒
La mostra fotografica “Hiroshima e Nagasaki” è stata inaugurata il 22 gennaio 2017 a Casalborgone ed è stata chiusa al 30 gennaio  2017 al Teatro San Carlo di Casalborgone. TomoAmici ringrazia il comune di Casalborgone per l’ospitalità di questa mostra e l’associazione culturale “Dal Gallo Sebastiano” per la proposta di questa mostra e i materiali forniti per la realizzazione della mostra.
                    
Questa mostra composta dai 30 pannelli di foto e due filmati arriva dal Giappone, dall’associazione “Mayors for peace (I sindaci per la pace)” .
➡ Programma di sala a Casalborgone
Per l’inaugurazione della mostra fotografica a Casalborgone si è svolta al Teatro San Carlo dove è stata allestita. In questa occasione il terzo filmato è stata aggiunto ai due filmati  (Pica -Don e la preghiera delle madri). Questo video è l’estratto della conferenza del prof. Lugi Mosca del dicembre 2016 alla Poderosa.
Si può consultare l’intero materiale sul Youtube.
“Come tirar fuori il mondo dal rischio di una catastrofe nucleare”
Qui hanno percepito che bomba nucleare non sia solo causa della tragedia del passato da ricordare, anzi è un grande problema di adesso!
                    
Dopo le proiezione dei filmati, l’inaugurazione si è svolta con lettura ad altavoce e un piccolo concerto.
“Il gran sole di Hiroshima” di cui il finale è stato letto è un romanzo basato sul fatto che accadde in realta. Per questa lettura hanno partecipato le cittadine di Casalborgone.
Il concerto di musica giapponese è tenuto dal gruppo musicale Yamato – O.  
                    L’estratto del concerto
Le spiegazioni delle canzoni eseguite si trovano sulla pagina in basso di Yamato – O. 
Per chi vuole organizzare questa mostra,  rivolgersi all’associazione culturale
Dal Gallo Sebastiano” oppure da noi TomoAmici.
Chi vuole firmare la petizione per un un Trattato d’Interdizione delle armi nucleari entro 2020 all’ONU, potete partecipare on-line.
➡ http://www.mayorsforpeace.org/english/campaign/projects/petition/online.html

I commenti sono chiusi.