L’Italia ripensaci!

Torino – dal 5/8 al 12/12/2018

La sera del 5 agosto, si era tenuta la consueta iniziativa per commemorazione delle vittime delle bombe nucleari di Hiroshima e di Nagasaki organizzata dalla Casa Umanistica di Torino. TomoAmici ha partecipato con  requiem per le vittime della bomba nucleare di Hiroshima cantato da Chie Wada e la lettura ad altavoce da Antoniomarco Gennaro di un brano tratto dal libro di un soppravissuto della bomba nucleare di Hiroshima, signor Tetsushi Yonezawa, tradotto in italiano dallo stesso Antoniomarco e Shiro Yamada. Questi due traduttori e noi di TomoAmici consideriamo che la testimonianza del signor Tetsushi Yonezawa è molto preziosa per la nuova generazione di tutto il mondo e troveremo un modo di trasmettere il messagio del signor Yonezawa agli italiani.
                     
Un’associaziata del Coordinamento di cittadini, associazioni, enti e istituzioni locali contro l’atomica, tutte le guerre e i terrorismi di Piemonte, Centro studi Sereno Regisha organizzato il progetto 100 anni di Pace (1918-2018/19)” dal 2 al 30 novembre 2018 nella sua sede, con un ricco programma; la mostra, dibattiti e proiezioni dei filmati. Ovviamente questi 100 anni, non era 100anni di pace, anzi….. Però con questo progetto ha fatto ricordare nonostante tuttociò, sempre è esistita la forza che si contropponeva contro le guerre e i conflitti e anche contro la distruzione dell’ambiente.
                     Paralleramente dal progetto del Centro studi Sereno Regis,  IlCoordinamento  contro l’atomica ha preparato una lettera indirizzata al Presidente Mattarella e il presidente del Polo del ‘900, Sergio Soave ha consegnato nella occasione della visita ufficiale a Torino del Presidente della Repubblica italina il 26 novembre 2018.
L’articolo di Pressenza
Il 12 dicembre in  una sala del Polo del ‘900, si è tenuta l’ultima reunione del 2018 del coordinamento. Sono stati tutti concordi; il problema delle armi nucleari è lontano per la maggior parte della popolazione italiana, ma quando si rendono di questo problema, sarà troppo tardi!! Noi dobbiamo impegnarci per sensibilizzare l’opinione pubblica per la pace. Questo sarà il nostro grande compito per il 2019!!