Cosa è Yamato-O

Yamato-O            日本語ページはこちらから ⇒

YAMATO – O è un gruppo musicale il cui repertorio è composto da canti esclusivamente giapponesi senza distinzione di genere. Un’altra caratteristica di Yamato – O è il fatto che i suoi componenti hanno esperienze musicali molto variegate: Lirica, Classica, Rock Pop e jazz-blues. Tutto ciò rende Yamato – O molto originale e unico.

Yamato – O e logo

La scrittura in kanji di Yamato – O è 大和音. Yamato era l’antico nome del Giappone. Il kanji oto 音 vuol dire suono, quindi Yamato – O è il suono del Giappone, ma anche il suono della pace, perché 大 significa grande e significa pace o coesione和音 è una parola che significa armonia, quindi 大和音 significa anche grande armonia. Questo logo è composto dal sho di Tangetsu Wada e Ensō. Ensō (円相) in giapponese significa cerchio, simboleggia l’illuminazione, la forza, l’universo.

Nascita e sviluppo del gruppo

1. L’embrione di questo gruppo musicale risale quando TomoAmici ha partecipato “all’ iniziativa di NHK (Rai giapponese), “Hana wa Saku” cantata da 10 milioni di persone, coinvolgendo i praticanti dell’arte marziale giapponese Aikidō nel marzo 2014.
Questo video Dall’Italia “Hana wa saku” ha ricevuto il riconoscimento dalla parte di NHK.
L’aprile 2015, il gruppo ha debuttato come ”Tomo no Oto” (Suono degli amici) a Borgaro Torinese  nell’occasione del festeggiamento dei quarant’anni dell’attività del maestro dei componenti del gruppo dell’epoca.

2. Il 16 maggio 2015
I cinque musicisti, i componenti della nostra associazione  che praticano l’Aikidō, hanno partecipato sotto il nome di “Tomo no Oto” all’iniziativa, 《Il Giappone moderno raccontato attraverso la sua musica》 al circolo ARCI La Poderosa. L’iniziativa  era ricchissima di contenuti importanti.
La locandina della serata
3. Il 29 agosto 2015, Yamato – O ha debuttato nell’ambito della Festa di Via Asti, DI PARTE, come un gruppo musicale vero e proprio, soffermando a uno solo argomento, il settantesimo anniversario delle bombe nucleari a Hiroshima e a Nagasaki. Per leggere l’articolo su questa iniziativa ⇒ La locandina della serata